Pronto a correre di Marco Mengoni

 

Ogni fase della mia vita si lega indissolubile ad una canzone.
Il mio viaggio nel mondo della corsa è cominciato così. Una canzone fatta mia.
 

Marco_Mengoni,_ESC2013_press_conference_02_(crop)Un cambio di rotta sostanziale, immaginatevi in una strada infinita mentre correte verso un epilogo che non c’è, scappando dall’ossessione di una realtà evitata. Un ritmo forsennato che incalza, il cuore che batte imperterrito, il panico che non lascia spazio al respiro, una sensazione ridondante, che si ripercuote perpetua e all’infinito… Fino al momento in cui, dentro di te, comincia a nascere l’idea di maturare la consapevolezza che niente di ciò che ti sta spaventando ti potrà mai uccidere veramente. Ed è lì che il cuore rallenta, liberandoti da quella sensazione di panico che ti annoda la gola lasciando spazio al respiro e la mente assapora la comprensione che scappare non serve. Fermo di colpo, ti volterai indietro a guardare in faccia la realtà, quella realtà che ti ha sempre costernato e rilegato a ruoli che non ti sono mai appartenuti. La paura lentamente abbandona le tue vene, sostituita da un’adrenalina positiva che comincia a penetrare in ogni tua singola parte del corpo, consacrandoti una sicurezza che si fa sempre più invadente. Ti sentirai pronto, pronto a correre, correre incontro, correre forte, correre sempre. Scappare non sarà più un’opzione percorribile. Affrontare le situazioni ti renderà forte, ti renderà unico.
Una canzone che esprime un concetto che io ho fatto mio, applicandolo a quella cosa che amo di più al mondo, sentendomi libero di essere, libero di esprimermi, libero di  correre.
Ogni canzone ha la sua storia, il frutto di un’emozione fatta tua.

Come in ogni mio articolo sulla musica per correre vi lascio al video.

E come sempre: Io corro, voi che fate?