Alcuni esempi di verdure che vi faranno da ricostituenti muscolari dopo la vostra attività di running

Dopo un’intensa attività fisica normalmente il nostro corpo ha bisogno di recuperare le forze.
Spesso scegliamo di assumere integratori alimentari, senza sapere quali sono le altre opzioni…Ma, perché non documentarsi un po’ e capire quali sono le sostanze di cui abbiamo bisogno, andandole ad assimilare direttamente dal cibo attraverso una corretta alimentazione?
IocorroblogPer rispondere per voi a questa domanda, ho girato in lungo ed in largo il mondo di Internet, cercando di prendere il meglio da ogni parte esplorata, con l’intento di informarvi in maniera semplice e diretta.
Oggi sono a sintetizzarvi le conoscenze acquisite in questo mio viaggio da lettore nel fantastico mondo del World Wide Web.
Come prima cosa voglio descrivervi le caratteristiche dei legumi ed in particolare quelle dei piselli.
Tutti i legumi in genere sono alimenti ad alto contenuto proteico e di amminoacidi, infatti ne contengono quasi quanto la carne. Nello specifico, i piselli hanno la particolare caratteristica di possedere degli speciali amminoacidi appartenenti alla famiglia di quelli a catena ramificata oltre alla glutammina. Queste sostanze agevolano la sintesi proteica post allenamento, favorendo la crescita e la ricostruzione delle strutture cellulari.
Un piccolo consiglio: prima della cottura dei legumi secchi, vi suggerisco vivamente di effettuare l’ammollo per almeno 12-24 h, sostituendo l’acqua per almeno due o addirittura tre volte. Cosi facendo favorirete la diminuzione della quantità di sostanze indigeribili tipo le saponine, dell’acido fitico che lega il ferro e gli antivitaminici.
Passiamo ora ad un’altro elemento fondamentale che favorisce la sintetizzazione proteica, l’arginina.
Non ci sono ancora dei reali riscontri che questa sostanza possa influenzare positivamente le prestazioni sportive, ma sicuramente, assumendola, si hanno altri tipi di benefici da non sottovalutare.
Per prima cosa questa sostanza ha la principale caratteristica di favorire la detossicazione dell’organismo, quindi, dato che durante le nostre attività fisiche il nostro corpo produce ammoniaca e che questa sostanza è la principale causa che determina il nostro affaticamento, l’arginina favorirà sicuramente il nostro corpo nello smaltimento di elemento.
A parte le noiose spiegazioni tecniche, dovete sapere che l’arginina è presente, in rilevante quantità, negli amatissimi spinaci (Vedi Braccio di ferro).Iocorroblog
Normalmente gli spinaci nella nostra quotidianità vengono serviti in tavola ben cotti (lessi o saltati) ma, per non perdere nemmeno un grammo delle loro caratteristiche migliori, possiamo tranquillamente gustarli crudi, naturalmente dopo un attenta lavatura, proprio come se fossero una gustosa insalata.
Per oggi posso tranquillamente finirla qui, anche perché non voglio svelarvi tutto ciò che ho imparato, in un solo articolo.
Prossimamente, vi racconterò qualcosa di interessante sulla spirulina e sulla lisina.
A presto
Iocorro…. voi che fate?